Archive for novembre, 2020

BON TON

novembre 30, 2020

Al ristorante, lei o lui usano il cellulare? Alzati un silenzio…..e vattene a casa.

PAURA

novembre 23, 2020

Paura della morte? Con una vita felice come la mia, è la morte ad avere paura di me.

ABBIGLIAMENTO

novembre 16, 2020

Le ragazze hanno diritto di andare a scuola con minigonna ascellare e ombelico scoperto?
I ragazzi hanno diritto di andare a scuola con canotta, bermuda e ciabatte.

PARADOSSI STORICI

novembre 12, 2020

LA CAPORETTO DI UNA CIVILTA’

novembre 9, 2020

Il 2020 passerà alla Storia come l’anno della Caporetto dell’intera civilizzazione occidentale. Una civiltà basata su idoli che sono apparsi nudi e di promesse che non sono state mantenute.
Una civiltà che si dichiara basata sulla libertà ha messo agli arresti metà del globo. Una civiltà basata sulla scienza è riuscita a dare un indecoroso spettacolo di ciarlatani e cartomanti. Una civiltà che si gloria della libera informazione non ha fatto che inseguire le veline governative. Una civiltà che promette benessere e salute universali non ha saputo andare oltre alla pratiche in voga per la “peste nera” di 4 secoli fa. Una civiltà che si esalta per i progressi della tecnologia, si è rivelata come una scimmia alla guida di un’astronave. Una civiltà basata sulla sicurezza e lo sviluppo dell’economica è arrivata a impoverire due terzi dell’intero Occidente.

Continua a leggere > http://www.psicopolis.com/synaptica/DossierCovid19/caporetto.pdf

GRANDE INTERESSE PER LA SCUOLA?

novembre 5, 2020

In base ai dati Istat, solo un alunno su due ha potuto approfittare della DAD, aggravando una povertà educativa che, sempre secondo l’Istituto di Statistica, ha superato i due milioni di minori, un quarto del totale. Carlo Verdelli sul Corriere della Sera ricorda come l’Italia sia agli ultimi posti tra i paesi OCSE per quanto riguarda organizzazione scolastica e preparazione degli studen

L’Italia investe sulla scuola meno del 7% della spesa pubblica, la metà degli Stati Uniti e un terzo di quanto spende il Cile; abbiamo il più basso tasso di laureati d’Europa dopo la Romania e il più alto indice di abbandono (un milione di ragazzi negli ultimi dieci anni); uno su cinque, fra i ragazzi dai 16 ai 29 anni, riesce a malapena a decodificare un testo scritto. Investimento della metà di quello per ALITALIA e di 1/10 per gli F35.